Informativa sui cookie

Offerta PEC gratuita

Fotolia_78452111_Subscription_Monthly_M1-1030x686

OFFERTA INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA GRATUITA
A TUTTI GLI ISCRITTI AL COLLEGIO IPASVI DI BOLOGNA

 


Il Consiglio Direttivo del Collegio IPASVI di Bologna, nella seduta del 28.08.2013, ha valutato l’opportunità di attivare gratuitamente una casella personale di Posta Elettronica Certificata per i propri Iscritti, al fine di facilitare i rapporti fra Collegio ed Iscritti e fra questi e tutte le Amministrazioni Pubbliche, i Professionisti e i Cittadini con cui si trovano ad interagire per motivi professionali, offrendo la possibilità di una comunicazione elettronica certa, con lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno, garantito dalla comunicazione tra due indirizzi PEC.

Per avere informazioni più dettagliate su come funzioni la PEC e sui vincoli normativi a cui i professionisti devono adempiere nel merito, si rimanda a due specifici articoli, già pubblicati nel n.3/2011 e nel n.1/2013 della Rivista “Professione Infermiere”, scaricabili  da questo sito.

L’Assemblea Annuale del 25/03/2014 ha accolto favorevolmente tale proposta approvando l’acquisto di un indirizzo di posta elettronica certificata per gli iscritti che ne facciano richiesta.

Coloro che intendono aderire all’iniziativa devono scaricare il modulo, compilarlo e inviarlo insieme a copia della carta di identità o patente o passaporto (entrambi i lati), in corso di validità, via mail ([email protected]), via fax (051.34.42.67), o in Segreteria il lun-merc dalle 9.00 alle 12.00 o il mart-giov-ven dalle 14.00 alle 17.00.

Anche in caso di non adesione all’indirizzo Pec offerto dal Collegio, si ricorda che permane l’obbligo per tutti gli Iscritti di comunicare al Collegio il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata entro un anno dalla data di entrata in vigore del Decreto Legge n. 185 del 29 novembre 2008, convertito in legge, con modificazioni, dalla Legge n. 2 del 28 gennaio 2009, all’art. 16.

Invitiamo coloro che aderiscono all’iniziativa, di compilare il modulo nel modo più chiaro e completo possibile; la non corretta compilazione (compresa l’assenza di una delle tre firme) e l’illeggibilità del contenuto lo renderà evidentemente inutilizzabile. Si specifica che nel modulo la parte relativa al Libero Professionista e al Legale Rappresentante non va compilata e che di fianco alle firme non va apposto nessun timbro.

L’indicazione di un indirizzo mail già in proprio possesso è un dato obbligatorio, in quanto sarà utilizzato per la prima comunicazione della username e password d’accesso alla PEC e in caso di loro smarrimento. Si raccomanda, pertanto, di scriverlo in modo chiaro facendo attenzione ad utilizzare le lettere minuscole/maiuscole solo dove effettivamente presenti.

Per maggiori informazioni sul servizio di Posta Certificata Pec offerto, le regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale consultare il sito http://www.pec.it/Documentazione.aspx.