Informativa sui cookie

Bologna, 2 Agosto: foto dei soccorsi all’arrivo del corteo

Share on Facebook14Share on Google+0Share on LinkedIn0Tweet about this on Twitter

 

presentazione-mostra-2-agosto-36-copia-1280x960

(DIRE) BOLOGNA – Quest’anno il 2 agosto inizia un giorno prima: il programma ufficiale delle cerimonie “Per non dimenticare” il 37esimo anniversario dello scoppio della bomba alla stazione di Bologna (che fece 85 morti e 200 feriti) si apre infatti martedì 1.

Alla vigilia delle cerimonie, infatti, alle 21.30 in piazza Nettuno è in programma il “discorso ai narratori” di Matteo Belli, il ‘lancio’ di una delle novità di quest’anno: i narratori che, per tutta la giornata del 2 agosto (dalle 11 alle 23), in vari punti della città racconteranno la storia delle vittime.

Un’altra ‘aggiunta’ al programma si chiama invece “Con le mani”: medici, infermieri e volontari alle 9.15 accoglieranno i familiari delle vittime e il corteo che dal Comune marcia ogni anno verso la stazione.

Aspetteranno l’arrivo del corteo tenendo in mano le fotografie dei soccorsi del 2 agosto (è una iniziativa a cura del Collegio Ipasvi Bologna e di Piantiamolamemoria).

 

Il 27 Luglio l’evento “Con le mani – Parole, musica e arte, per dire grazie ai soccorritori di ieri e di oggi”

 

immagini-quotidiano-netIl programma della giornata

Il programma della giornata ricalca lo standard degli anni passati. Si inizia tra le 6.30 e le 8.30, in Montagnola-piazza VIII agosto con l’arrivo da tutta Italia delle staffette podistiche “Per non dimenticare”; alle 8.15 in Sala rossa a Palazzo D’Accursio si tiene l’incontro con i familiari delle vittime della strage seguito da quello in Consiglio comunale con le autorità, i rappresentanti delle città, degli enti e delle associazioni aderenti alla manifestazione.

E’ qui che, di solito, prende la parola il Governo, ma quest’anno -come ha ripetuto il presidente dell’associazione dei parenti delle vittime Paolo Bolognesi- il rappresentante del Governo è “sgradito“: è inutile che venga a fare altre promesse dopo tutte quelle che sono state disattese, ha specificato Bolognesi.

Alle 9.15 in piazza Nettuno si riuniranno i gonfaloni delle città e partirà il corteo lungo via Indipendenza.

Alle 10, in piazza Medaglie d’Oro, prenderà la parola Bolognesi che, per quest’anno ha promesso anche un duro attacco alla Procura di Bologna per la scelta di archiviare l’indagine sui mandanti. Dopodichè ci sarà un minuto di silenzio in memoria delle vittime e l’intervento del sindaco di Bologna Virginio Merola.

Alle 10.50 al primo binario si deporranno corone alla targa che ricorda il sacrificio del ferroviere Silver Sirotti deceduto nella strage del treno Italicus. Pochi minuti dopo, i narratori inizieranno a parlare della vita delle vittime. Confermato anche il treno straordinario per San Benedetto Val di Sambro, per la cerimonia di deposizione di corone alle lapidi che ricordano le vittime degli attentati ai treni Italicus e 904 Napoli-Milano.

Alle 11.15, nella Chiesa di San Benedetto, in via dell’Indipendenza, il vescovo Matteo Zuppi celebra la messa e alle 11.30, Cotabo, nella nuova sede di via Stalingrado, ricorda i tassisti deceduti il 2 agosto 1980.

Al pomeriggio il triangolare di calcio fra le squadre del Consiglio comunale di Bologna, Rfi, Cotabo e la sera il tradizionale concerto in piazza Maggiore trasmesso in diretta da Radio Rai 3 e venerdì 11 agosto su Rai 5.

Potrebbe interessarti...