Le Cardiologie dell’Ausl insieme per i Cittadini

Il 14 Febbraio scorso, giornata di San Valentino, un team di professionisti sanitari è  stato  a disposizione dei cittadini bolognesi al fine di informarli su come prevenire l’infarto con uno stile di vita sano, su come riconoscere precocemente i sintomi di un infarto, dimostrando le manovre di primo soccorso in caso di arresto cardiaco.
La ‘Giornata del Cuore’ è stata  promossa dalle Cardiologie dell’Azienda USL di Bologna , patrocinata dall’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri – ANMCO – , dal Collegio IPASVI di Bologna e si è svolta all’interno del Museo – Oratorio di Santa Maria della Vita, in via Clavature 8, nel centro storico di Bologna, nel pomeriggio di sabato 14 febbraio 2015.

I cittadini hanno risposto positivamente, infatti i volontari del Museo hanno registrato più di cinquecento accessi di partecipanti e tanti sono stati i commenti positivi lasciati per iscritto dalla popolazione intervenuta.

Quali sono gli alimenti amici del cuore, come smettere di fumare, come calcolare il proprio profilo di rischio cardiovascolare, sono stati solo alcuni dei temi ai quali hanno dato risposte cardiologi, infermieri, dietisti e psicologi dell’Azienda Usl di Bologna. Nel corso del pomeriggio i cittadini hanno inoltre potuto partecipare, da protagonisti, ad un breve training alle tecniche di rianimazione cardiopolmonare, con e senza l’utilizzo del defibrillatore. La diffusione della conoscenza delle manovre rianimatorie cardiopolmonari elementari è infatti riconosciuta, sempre di più, come un elemento essenziale per aumentare le possibilità di sopravvivenza in caso di arresto cardiaco. Manovre elementari, che possono salvare una vita e che chiunque, anche senza una preparazione sanitaria professionale, può eseguire.

Ogni anno sono circa un migliaio, nel territorio provinciale bolognese, le persone colpite da arresto cardiaco. Grazie al tempestivo intervento del 118, entro 10 minuti dalla chiamata alla Centrale Operativa, il 16% di esse sopravvive.

Una percentuale che può aumentare anche del doppio se le manovre rianimatorie sono praticate immediatamente.
Una corretta prevenzione cardiaca e stili di vita sani sono elementi importanti per mettere il cuore al riparo dalle patologie cardiovascolari. I dati dell’indagine PASSI, realizzata a Bologna nel 2012 con interviste telefoniche sulle abitudini e sugli stili di vita, indicano che il 23% della popolazione ha problemi di ipertensione, il 23% presenta livelli elevati di colesterolo nel sangue, il 41% pratica poca attività fisica, il 22% è completamente sedentario, il 27% fuma. Tra gli altri fattori di rischio cardiovascolare, l’indagine ha evidenziato che il 32% dei bolognesi è in sovrappeso e il 9% obeso.

Alla luce di questi dati risulta particolarmente importante puntare ed investire nella prevenzione cardiovascolare e la Giornata del Cuore ha sottolineato questo aspetto unito allo spirito di integrazione e collaborazione professionale che ha sostenuto i tutti professionisti coinvolti associato alla grande motivazione e al valore assegnato al tema  della prevenzione cardiovascolare, cornice attorno al quale  è stato costruito l’evento.

Diapositiva2Diapositiva3Diapositiva1

 

Comunicato Stampa

Considerato l’eco che continua ad avere sui media il caso del signore colpito da infarto presso l’aeroporto Marconi di Bologna e vista la presa di posizione delle istituzioni sindacali, politiche e sanitarie, il Collegio IPASVI di Bologna si vede costretto ancora una volta ad intervenire a sostegno e a tutela dell’operato degli Infermieri coinvolti, ribadendo che gli Infermieri impegnati nel Servizio di Emergenza garantiscono una professionalità ed una risposta alla comunità, certificata da una costante ed impegnativa formazione specialista secondo protocolli validati dalla letteratura internazionale.

allegato: Comunicato.pdf

XVII Congresso Federazione Nazionale Collegi IPASVI: “Infermieri e cittadini: un nuovo patto per l’assistenza”

A Roma, dal 5 al 7 marzo 2015, la Professione Infermieristica rifletterà sul proprio essere nel sistema salute del Paese partendo dagli elementi che connoteranno un nuovo patto per l’assistenza tra cittadini e infermieri.
Per coinvolgere nella riflessione tutti gli iscritti sul portale www.ipasvi.it è pubblicata una scheda online per tutti coloro che desiderano cogliere l’opportunità (singolarmente o in gruppo) di presentare progetti o sperimentazioni al XVII Congresso Nazionale Ipasvi.
Lo scopo è quello di valorizzare quanto posto in essere dagli infermieri; di proporlo ai cittadini, alle istituzioni, al mondo universitario, alle forze politiche e a tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di salute e sanità.
Il Comitato Centrale della Federazione Nazionale dei Collegi IPASVI, avvalendosi di infermieri esperti, selezionerà tra i lavori pervenuti quelli da presentare in sede congressuale.
I progetti o le sperimentazioni possono spaziare dall’assistenza all’organizzazione, dalla formazione alla ricerca ecc. con specifico riferimento alle seguenti aree tematiche:
1. Progetti e/o sperimentazioni per la continuità assistenziale,
informativa, gestionale in ambito:
a. ospedaliero
b. domiciliare
c. residenziale sul territorio

2. Progetti e/o sperimentazioni di innovazione, riorganizzazione,
ridefinizione mandati e risultati in ambito:
a. ospedaliero
b. domiciliare
c. residenziale sul territorio

3. Progetti e/o sperimentazioni sull’evoluzione anche di tipo specialistico
avanzato delle competenze infermieristiche in ambito:
a. ospedaliero
b. domiciliare
c. di  assistenza primaria

4. Progetti e/o sperimentazioni inerenti l’esercizio e/o lo sviluppo
professionale e/o di carriera in ambito:
a. clinico assistenziale
b. organizzativo gestionale
c. tecnostrutturale

5. Progetti e/o sperimentazioni inerenti:
a. modelli di didattica innovativa
b. modelli di tutoring
c. metodi e criteri per la valutazione in itinere e finale dei percorsi
formativi

Tutti i lavori presentati per la selezione verranno distribuiti ai partecipanti al Congresso e diffusi nella comunità professionale. Per poter compilare on line la scheda di presentazione dell’esperienza, a cui si accede dalla home page, è necessario registrarsi al portale www.ipasvi.it

VI EDIZIONE CORSO TEORICO-PRATICO: “NURSING ROUND”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il Corso in oggetto:

VI Edizione Corso teorico-pratico per personale di sala operatoria: “NURSING ROUND” CHIRURGIA VERTEBRALE MINI&MAXI INVASIVA che si terrà il 13-14 Marzo 2015 presso l’Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna. “Nursing Round” è una modalità organizzativa che descrive una serie di attività clinico-assistenziali rivolte al paziente.

Presidente del corso Stefano Boriani; Responsabile Scientifico Alessandro Gasbarrini

Segreteria Scientifica: Annamaria Nicolini (annamaria.nicolini@ior.it cell. 374-3938295); Matteo Migliorini (migliorinimatteo@gmail.com cell. 392-3636441)

Programma Preliminare

Le Cardiologie dell’Ausl insieme per i Cittadini

In occasione della settimana del cuore dal 9 al 15 febbraio 2015 le Cardiologie dell’Ausl di Bologna in collaborazione con Ipasvi, Anmco, Amici del Cuore di Bologna e Onlus Bentivoglio Cuore organizzano un evento di promozione della salute e sensibilizzazione alla prevenzione dell’Arresto Cardiaco.

Si tratta di un evento di prevenzione cardiovascolare rivolto a tutta la popolazione ed in particolar modo alla famiglie dei pazienti cardiopatici, interverranno Infermieri e Cardiologi Istruttori American Heart Association e dimostreranno come prevenire l’Infarto con un corretto stile di vita e come affrontare un arresto cardiaco attraverso dimostrazioni pratiche di rianimazione cardiopolmonare con scenari simulati.

L’evento si svolgerà Sabato pomeriggio 14.02.2015 dalle ore 14.30 alle ore 18.30 presso lo splendido scenario del Museo-Oratorio del Complesso Monumentale di S. Maria della Vita in via Clavature 8 a Bologna e sarà patrocinato dall’Azienda Usl di Bologna, dal Collegio Provinciale Ipasvi di Bologna da Anmco (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri) e vedrà la partecipaizone delle Associazioni Onlus Bentivoglio Cuore e Amici del Cuore di Bologna.

 Segreteria organizzativa: Gianluca Montefrancesco tel.051.6478704, mail: g.montefrancesco@ausl.bologna.it

Locandina

Programma evento

 

Spettacolo teatrale: “Quinto dice: diario incerto di un infermiere tardone, dalla pace alla guerra e ritorno”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l’appuntamento in oggetto.

Il 10 febbraio 2015, alle ore 21, presso il Teatro Dehon, in via Libia 59 a Bologna, si terrà uno Spettacolo/Monologo teatrale, della durata di 90 minuti, dell’attore e infermiere Andrea Filippini, che ci accompagna nella guerra in Afghanistan partendo dalla teoria sistemica di Gregory Bateson, che afferma non sia possibile parlare della realtà senza evidenziare la connessione di tutte le sue parti. Così, non si può raccontare un viaggio, in questo caso particolare quello di Andrea, senza raccontare qualcosa di chi ha viaggiato e di chi quel viaggio l’ha subito. E così ci/si racconta, affiancato da alcuni piccoli pupazzi, momenti della sua vita che poi risulteranno fondamentali in quei sei mesi rinchiuso dentro un ospedale di guerra. Il viaggio incerto di un infermiere socratico e libertario, ma anche un po’ “tardone”, come lui stesso si definisce, dalla pace alla guerra e ritorno, anche se dalla guerra non si torna più, perché, come dice Platone: “la fine della guerra l’hanno vista solo i morti”.

La regia è di Lorenzo Marvelli, infermiere come Andrea, anche lui con un’esperienza di guerra nell’anima e, anche lui, attore e regista teatrale.

Per il biglietto, la riduzione costa 10 Euro cadauno e, per ottenerla, basta presentarsi in biglietteria anche la stessa sera dicendo Lista Filippini o Lista Floppy.

Maggiori info: http://www.acrossalive.com/quinto-dice/

 

 

Aggiornamenti sul Comunicato Stampa del 13 Gennaio 2014

A seguito del Comunicato Stampa del Collegio Ipasvi di Bologna del 13 Gennaio 2015, riceviamo e volentieri pubblichiamo il Comunicato Stampa dello Snami (Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani), in cui, oltre a riconoscere le”competenze e l’operato” dei Professionisti Infermieri che operano nel settore dell’Emergenza, viene sottolineato come “il lavoro di equipe, la collaborazione ed il gioco di squadra e integrazione multiprofessionale” siano condizione imprescindibili per  mantenimento ed il miglioramento della qualità dei servizi erogati al Cittadino.

Il Collegio IPASVI di Bologna esprime pertanto apprezzamento per quanto dichiarato nei confronti degli infermieri, condivide il biasimo espresso dai colleghi dello SNAMI verso qualsiasi strumentale provocazione foriera di conflitti interprofessionali che danneggiano l’attenta e responsabile risposta ai bisogni dei cittadini e, nel contempo, assicura il proprio impegno a mantenere un alto livello di collaborazione con i medici con cui da sempre gli infermieri condividono la pratica assistenziale, nonché a proseguire in un confronto aperto e costruttivo che punti alla condivisione di valori, obiettivi e percorsi operativi.
 

Comunicato stampa

Il Collegio Ipasvi di Bologna, in riferimento a quanto espresso dal rappresentante dello Snami e riportato nell’articolo apparso sul quotidiano Il Resto del Carlino di stamani, senza entrare nel merito del caso sul quale la procura ed i Nas faranno gli accertamenti dovuti, esprime stupore e preoccupazione poiché ancora una volta si è voluto strumentalizzare un evento tragico per mettere in discussione le competenze accreditate e l’operatività degli Infermieri impegnati quotidianamente a sostenere un Servizio essenziale e fondamentale della nostra Comunità come quello dell’Emergenza-Urgenza.

Comunicato Stampa 

 

 

 

XVII Congresso Federazione Nazionale Collegi IPASVI: “Infermieri e cittadini: un nuovo patto per l’assistenza”

A Roma, dal 5 al 7 marzo 2015, la Professione Infermieristica rifletterà sul proprio essere nel sistema salute del Paese partendo dagli elementi che connoteranno un nuovo patto per l’assistenza tra cittadini e infermieri.
Per coinvolgere nella riflessione tutti gli iscritti sul portale www.ipasvi.it è pubblicata una scheda online per tutti coloro che desiderano cogliere l’opportunità (singolarmente o in gruppo) di presentare progetti o sperimentazioni al XVII Congresso Nazionale Ipasvi.
Lo scopo è quello di valorizzare quanto posto in essere dagli infermieri; di proporlo ai cittadini, alle istituzioni, al mondo universitario, alle forze politiche e a tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di salute e sanità.
Il Comitato Centrale della Federazione Nazionale dei Collegi IPASVI, avvalendosi di infermieri esperti, selezionerà tra i lavori pervenuti quelli da presentare in sede congressuale.
I progetti o le sperimentazioni possono spaziare dall’assistenza all’organizzazione, dalla formazione alla ricerca ecc. con specifico riferimento alle seguenti aree tematiche:
1. Progetti e/o sperimentazioni per la continuità assistenziale,
informativa, gestionale in ambito:
a. ospedaliero
b. domiciliare
c. residenziale sul territorio

2. Progetti e/o sperimentazioni di innovazione, riorganizzazione,
ridefinizione mandati e risultati in ambito:
a. ospedaliero
b. domiciliare
c. residenziale sul territorio

3. Progetti e/o sperimentazioni sull’evoluzione anche di tipo specialistico
avanzato delle competenze infermieristiche in ambito:
a. ospedaliero
b. domiciliare
c. di  assistenza primaria

4. Progetti e/o sperimentazioni inerenti l’esercizio e/o lo sviluppo
professionale e/o di carriera in ambito:
a. clinico assistenziale
b. organizzativo gestionale
c. tecnostrutturale

5. Progetti e/o sperimentazioni inerenti:
a. modelli di didattica innovativa
b. modelli di tutoring
c. metodi e criteri per la valutazione in itinere e finale dei percorsi
formativi

Tutti i lavori presentati per la selezione verranno distribuiti ai partecipanti al Congresso e diffusi nella comunità professionale. Per poter compilare on line la scheda di presentazione dell’esperienza, a cui si accede dalla home page, è necessario registrarsi al portale www.ipasvi.it

 

Orari di Segreteria – festività Natale e Capodanno

Si informano gli Iscritti che l’Ufficio di Segreteria nei giorni 24/12/2014, 31/12/2014 e 2/01/2015 rimarrà chiuso al pubblico.

Negli altri giorni sarà in vigore il consueto orario di apertura:

- lunedì-mercoledì  ore 9-12,

- martedì-giovedì-venerdì ore 14-17